5b57afa51f7da299

CHI MANTIENE I PENSIONATI IN ITALIA ?

08/06/2015

Sono i lavoratori dipendenti i quali, con la doppia ritenuta previdenziale e fiscale sulla busta paga, finanziano le proprie pensioni e quelle assistenziali, che lo Stato paga sempre di meno.
Sul Sole24ore e sul Mattino di Napoli sono stati pubblicati quasi in contemporanea, alla fine di ottobre, due articoli rispettivamente con i titoli: “Ministro Fornero, spieghi al Paese le nuove pensioni” e “Bomba pensioni, come rivedere i diritti acquisiti”.
Sin dall’incipit di ciascuna delle due collaborazioni giornalistiche di prima pagina si offrono alla pubblica opinione rappresentazioni della realtà curiosamente in assoluto contrasto di vita o di morte, anche se il livello di preparazione degli autori indurrebbe a gettare nel cestino la presunta bomba pensionistica iettatoria del Mattino per appoggiare l’opinione di compiacimento al Governo, espresso dal quotidiano vicino agli ambienti confindustriali.

di Tommaso TESTA

f9482379d987f64f

“ ..POSSIAMO FARCELA…”

08/06/2015

“Possiamo farcela…” è questo l’abusato refrain che ogni giorno l’attuale capo del Governo ci propina per rassicurarci sul superamento della crisi che ci ha così rovinosamente coinvolti. E ciò, nonostante le difficoltà che siamo costretti ad affrontare sia per l’altalenante andamento del mercato finanziario e sia soprattutto per i numerosi balzelli che gravano sui bilanci familiari. Un incessante incalzare di manovre intese a rastrellare soldi attraverso un indiscriminato aumento delle tassazioni vigenti, aggiungendone altre, senza voler tralasciare l’arbitrario blocco della indicizzazione delle pensioni e dei rinnovi contrattuali nel pubblico impiego, nonché alcune deleterie riforme già in corso d’opera che, duramente avversate prima della loro approvazione da tutte le parti sociali, continuano a creare una palese ingiustizia.

di Paolo STASSI

2236383af6fddeb0

LA TORMENTATA VICENDA DEL TFR

08/06/2015

Con sentenza n° 223 la Corte Costituzionale ha deciso su una serie di remissioni per “non manifesta infondatezza” sollevate da più Tribunali Amministrativi ed aventi ad oggetto il prelievo sulle retribuzioni eccedenti i 90.000,00 e 150.000,00 euro per tutti dipendenti pubblici, nonché la trattenuta del 2,5% sulle somme accantonate a titolo di TFR a far data dal 1/1/2011.
Poiché quest’ultimo aspetto ha sollevato numerose richieste di chiarimento, riteniamo utile fare il punto, evidenziando sia la situazione attuale, sia quella che “probabilmente”sarà nell’immediato futuro.

di Claudio ROTONDI

4bc4953808b87ef3

SBATTI IL MOSTRO IN PRIMA PAGINA. Ovvero: ma che succede all’INPS ? (2)

08/06/2015

Come se ne sentissimo il bisogno, qualcuno, o qualcosa, ha fatto in modo che il massimo Istituto di previdenza riprendesse un posto in prima pagina sui maggiori quotidiani. Non bastavano le notizie sulle ripetute truffe che vedono protagonista l’INPS, che raramente avvengono con il coinvolgimento di funzionari dell’Ente. Truffe, badate bene, di cui l’INPS è certamente l’unica vittima.

di Michele DI LULLO